PRESENTAZIONE “Canti popolari del Tesino – Le registrazioni del 1977-1978”

PRESENTAZIONE “Canti popolari del Tesino – Le registrazioni del 1977-1978”

     
 
Si è tenuto nel giorno dell’Immacolata al cinema-teatro di Castello Tesino l’evento di presentazione dell’ultimo libro del poliedrico artista ed etnomusicologo Renato Morelli “Canti popolari del Tesino – Le registrazioni del 1977-1978”. Opera letteraria dedicata alla tradizione canora della valle alla quale si aggiungono due cd contenenti 55 documenti sonori sapientemente selezionati all’interno del corpus tesino di 105 canti popolari. Tutti registrati da Morelli sul finire degli anni settanta nel corso di quella che egli stesso definisce la sua “prima ricerca etnomusicologica effettuata sul campo”. Un’indagine che oggi si trasforma in una testimonianza oltremodo preziosa non solo perché il canto popolare sta progressivamente ed inesorabilmente scomparendo dal Tesino, rimanendo vivo unicamente nella memoria dei più anziani, ma anche perché l’opera che ne scaturisce rappresenta l’unico volume dedicato al patrimonio etnofonico della conca dopo “Canti e cultura tradizionale del Tesino”, pubblicato sempre da Morelli nel 1983.
La serata di presentazione, condotta dall’autore alternando le registrazioni dei vecchi brani del ’77/’78 con la riproduzione dal vivo dei medesimi da parte dei gruppi canori “Cantà Proman” (Premana – LC) e “Cantori di Verméi” (Vermiglio – TN), ha visto la partecipazione entusiasta di moltissimi Tesini che proprio non hanno voluto perdere l’occasione di riascoltare molti dei canti facenti parte della loro tradizione popolare.
“Una serata speciale resa possibile grazie all’energia e alle risorse dell’Ecomuseo del Tesino e dei tre comuni della valle” – spiega colui che per primo ha creduto in questo progetto, il delegato alla cultura del Comune di Castello Tesino Nicola Sordo. “Così come un meraviglioso viaggio non dovrebbe mai venir scordato per poter essere considerato tale – prosegue il presidente dell’Ecomuseo Luca Boso – mi auguro che allo stesso modo quest’opera non venga mai dimenticata”.
Alla presentazione   sono intervenuti anche i sindaci di Cinte e Pieve Tesino, Angelo Buffa e Carola Gioseffi, i quali di sono detti entusiasti per l’ottima riuscita del progetto, vera e propria pietra miliare della cultura e dell’antica tradizione tesina.
TESINO – Terra di viaggiatori

TESINO – Terra di viaggiatori

Mercoledì 5 dicembre alle ore 18:15 il Tesino sarà protagonista della trasmissione televisiva “Geo & Geo” in onda su Rai 3 con il documentario girato dai registi Ginetto Campanini e Maria Cecilia Rigotti “Tesino – Terra di viaggiatori” .

 

 

 

CANTI POPOLARI DEL TESINO – LE REGISTRAZIONI DEL 1977-1978

CANTI POPOLARI DEL TESINO – LE REGISTRAZIONI DEL 1977-1978

 

Si terrà il giorno 8 dicembre alle ore 17 al cinema-teatro di Castello Tesino l’evento di presentazione dell’ultimo libro dell’etnomusicologo, regista e musicista trentino Renato Morelli “Canti popolari del Tesino – Le registrazioni del 1977-1978”. Un’opera letteraria arricchita da due cd audio del tutto inediti che completano il lungo lavoro di ricerca condotto dall’autore sul finire degli anni ’70 e, in parte, già reso pubblico con la stampa di “Canti e cultura tradizionale del Tesino” del 1983. Primo e sinora unico volume dedicato allo straordinario patrimonio etnofonico della Valle. “L’idea di proporre al pubblico i documenti sonori contenuti nei due cd allegati al manuale – fa sapere Morelli – ha preso corpo durante una serata in cui si discuteva dei miei studi ed impegni futuri con Nicola Sordo”, il delegato alla cultura del Comune di Castello. Idea questa che si è ben presto trasformata in un progetto concreto a cui hanno collaborato sia l’Ecomuseo del Tesino che le amministrazioni dei tre comuni della conca. Progetto, infine, divenuto realtà con la pubblicazione di 55 documenti sonori, sapientemente selezionati all’interno del corpus tesino di 105 canti popolari registrati dall’autore, tra il ’77 ed il ’78, nel corso della sua prima ricerca etnomusicologica effettuata “sul campo”. “Indagine, peraltro, condotta assieme all’amico Pietro Sassu – racconta Morelli – nell’ambito di quella che era stata l’attività del Centro per l’educazione musicale e per la sociologia della musica voluto dall’Università di Trento in collaborazione con il Conservatorio della città”.

“Sono davvero molto felice di vedere realizzata questa pubblicazione che considero molto preziosa non solo per il suo valore culturale, ma anche per quello scientifico. – fa sapere Nicola Sordo – Infatti, i canti che sono contenuti nei due cd allegati attualmente nella nostra valle non si intonano quasi più. Eppure un tempo il canto popolare faceva parte della quotidianità ed era normale che si cantasse in famiglia, nelle osterie, nei masi o tornando dalla messa. “Ma anche nei filò – aggiunge il presidente dell’Ecomuseo del Tesino Luca Boso – dove a farla da padrone erano i proverbi, gli indovinelli, le filastrocche, le ninnenanne ed i canti rituali legati alle stagioni e agli eventi importanti della vita dell’uomo. Era lì, nelle stalle, luoghi caldi ed accoglienti, che giovani madri, nonne e uomini anziani raccontavano storie, miti, leggende o intonavano canti”.

“Con questa pubblicazione – conclude Nicola Sordo – recuperiamo pertanto dall’oblio una parte estremamente importante della nostra cultura, nella convinzione che questi canti riusciranno a suscitare nei tesini emozioni e sensazioni ormai dimenticate”. La serata di presentazione di sabato 8 dicembre  sarà, inoltre, arricchita dagli interventi musicali di Cantà Proman (Premana – LC), Cantori di Verméi (Vermiglio – TN) e Daltrocanto Duo (Padova) che per l’occasione riprodurranno dal vivo molti dei canti popolari appartenenti alla cultura e alla tradizione del Tesino.

LAGORAI D’INCANTO: Eugenio Finardi

LAGORAI D’INCANTO: Eugenio Finardi

    

Il concerto estivo di Eugenio Finardi, uno degli appuntamenti di spicco dell’Agosto Degasperiano, si inserisce all’interno della rassegna musicale in acustico “Lagorai d’inCanto”, nata per far riscoprire la bellezza della Catena del Lagorai e del Gruppo di Cima d’Asta, in un’ottica ecosostenibile e di rispetto per la natura e per la montagna. Un fantastico show tra racconti e pensieri, temi universali e storie di vita personale. Più di 1.400 le persone accorse per assistere al concerto di un cantautore vero, mostro sacro della musica italiana, che ha saputo toccare i cuori dei tanti presenti con parole e musica d’altri tempi.

SETTIMANA DEL BENESSERE

SETTIMANA DEL BENESSERE

La settimana del benessere si presenta come un programma specifico capace di mettere in relazione movimento, relax, meditazione, alimentazione e cura estetica per regalare una serie di esperienze mirate immersi in un contesto territoriale unico come quello del Tesino. Sempre più consapevoli dell’importanza di raggiungere un equilibrato benessere psicofisico, il progetto è indirizzato sia alla cura del corpo che della mente con una serie di attività outdoor capaci di stimolare positivamente l’individuo nella sua totalità. Nella ricerca di un rapporto diretto con l’ambiente circostante, è quindi possibile riscoprire il piacere e l’emozione di vivere la natura nella sua essenza.

 

CAMMINA TESINO

CAMMINA TESINO

Progetto nato con il proposito di valorizzare in maniera innovativa la meravigliosa valle del Tesino, la cui maggiore risorsa è la natura, ancora incontaminata e di sorprendente bellezza. Un’occasione unica per vivere il territorio e scoprire la storia, le tradizioni e le curiosità di questa magnifica terra. Un modo diverso per raccontare la valle, unendo l’aspetto culturale a quello sportivo. Scopo del progetto quello di promuovere un tipo di turismo lento e sostenibile che si adatta perfettamente alle caratteristiche del Tesino.Tutte le attività vengono effettuate da Accompagnatori di Media Montagna professionisti per escursioni giornaliere a tema in cui è possibile conoscere la flora, la fauna e la geologia del territorio.

Con l’inizio dell’autunno, stagione dove i colori della montagna e dei boschi incantano occhi e spirito con le loro calde tonalità, le escusioni non si fermano regalando ai tanti appassionati nuovi modi di apprezzare la valle.

Una terra, il Tesino, che ha molto da dire e che sta trovando il modo per farsi ascoltare.