Tra i vincitori del bando letterario patrocinato dalla Provincia Autonoma di Trento intitolato “Un museo senza pareti. Alla scoperta degli Ecomusei del Trentino” ci sono gli ospiti dell’A.P.S.P. “Suor Agnese” di Castello Tesino che nel pomeriggio della Vigilia sono stati premiati per il loro elaborato: “Il pertegante e la sposa russa”, racconto per bambini originale e divertente che ha dato modo agli anziani della casa di riposo di condividere la memoria di una tradizione antica ed affascinante quale l’ambulantato.

A celebrazione dell’importante traguardo raggiunto sono quindi state consegnate dal Presidente dell’Ecomuseo del Tesino Luca Boso una targa ed una prima pubblicazione illustrata del racconto edita da Bardi Edizioni.

“Una bella soddisfazione – aggiunge la coordinatrice del laboratorio di scrittura della casa di riposo Teresa Biasion – soprattutto considerando che in tutto il progetto sono stati presentati ben 27 racconti”. Ognuno dei quali, a termini di concorso, di ispirazione fantastico/favolistica ed avente come oggetto un luogo/un personaggio/un contesto storico – ambientale caratterizzante le realtà territoriali degli ecomusei di appartenenza. Il proposito: dare al lettore il modo di conoscere luoghi, tradizioni e leggende dei vari angoli del Trentino facendo leva sulla ricchezza del patrimonio ambientale e storico scelto come sfondo della vicenda.

“Nel nostro racconto – conclude Teresa Biasion – un simpatico intrigo in cui l’identità di una misteriosa donna, divenuta l’argomento principale del filò mattutino attorno alla fontana del paese, viene svelata soltanto nel finale dall’insospettabile marito, il Checco. Un giovane venditore di stampe pievese fresco di ritorno a casa dalla Russia dopo ben due anni di continuo peregrinare. Ad accompagnarlo nel suo viaggio di rientro la giovane moglie Olga, guarda caso, proprio la donna tanto chiacchierata”.